Descrizione Progetto

I mestieri della moda a Venezia

Ottavia Pedrocco

Itinerario di Ottavia Pedrocco

ITINERARIO DI  OTTAVIA PEDROCCO

Ottavia Pedrocco

I mestieri della moda a Venezia

Bottoni di ambra, stoffe traforate in oro, drappi di seta e persino del pelo di yak sono alcuni dei tesori che Marco Polo lasciò alle figlie per via testamentaria. Affacciandosi sul bacino si San Marco, vediamo ancora svettare il segnavento della punta della Dogana, il punto estremo della via della Seta. Già dal XIII secolo, in Occidente ha inizio una produzione di stoffe concorrenziale a quelle provenienti da Oriente, e Venezia, città di mercanti e naviganti, diviene anch’essa città di tessitori, tintori, laneri, tintori, calegheri (calzolai). In poche parole, una capitale europea della moda ante litteram.
La tradizione del costume e del tessuto è ancora oggi un’articolata declinazione a Venezia, rappresentando una forma di artigianato di assoluta eccellenza e un segmento rilevante del più ampio “settore moda”, che è, ai giorni nostri, probabilmente la più popolare tra le Arti espresse dall’Italia.

INFO TOUR
Durata 2h
Min. partecipanti 2
Disponibile in LIS
Personalizzabile
Contatta la guida

Proposta di itinerario

Con questo itinerario, andremo alla ricerca delle tracce lasciate dai molti mestieri della moda a Venezia, partendo dal ponte degli Scalzi e visitando insieme una delle aree più popolose della città, per arrivare al suo cuore commerciale, Rialto. Alla passeggiata è possibile aggiungere la visita al Museo di Palazzo Mocenigo, che ospita oggi il centro studi di Storia del Tessuto, del Costume e del Profumo.
I tessuti d’arredamento Rubelli, come un tempo rivestivano le dimore dei patrizi veneziani, ora impreziosiscono i più raffinati alberghi della città. La tessitura Bevilacqua produce ancora, tra gli altri, il velluto soprarizzo dalle intricatissime trame composte a mano su telai del Settecento, mentre i tessuti immaginati da Mariano Fortuny – una vera e propria icona della moda a cavallo tra il XIX e il XX secolo – vengono prodotti artigianalmente nell’originario stabilimento della Giudecca, nell’assoluta segretezza delle tecniche. Dovete solo scegliere se preferite visitare Rubelli nella sua sede sul Canal Grande, la tessitura Bevilacqua a Santa Croce o se a stuzzicarvi è il decadentismo e la segretezza dello showroom di Fortuny.

Personalizzabile

L’ itinerario può essere una passeggiata, oppure può comprendere la visita a uno o più siti di interesse. Non esitate a contattarmi per adattare ‘sartorialmente’ questo itinerario alle vostre esigenze.

Questo itinerario è proposto da:

Ottavia Pedrocco – guida turistica
Abilitazioni: Italiano, Inglese
Tel: +393464739642
Email: ottavia.pedrocco@goguide.it
P.IVA: 04610850275

Contatta una guida

Gli itinerari di questa guida:

Contatta una guida